fbpx

La donna nel teatro – parte 1°

La donna nel teatro – parte 1°

Oggi inizieremo a scoprire che ruolo ha avuto la donna nel teatro, come personaggio, come attrice e come autrice!

A chi di voi, uomini lettori, è mai capitato di interpretare un ruolo femminile? Ad alcuni dei nostri allievi del corso di teatro è successo XD , con grande divertimento loro e anche del pubblico!

Ma, mentre ai giorni nostri, è una cosa ormai rara, sui generis e il più delle volte spiritosa, un tempo non era così…

Come in altri ambiti, infatti, anche in quello teatrale la partecipazione attiva della donna è arrivata solo molto tardi, verso la metà del ‘500 d.C.
Fino ad allora, le donne non potevano scrivere o recitare e i ruoli femminili erano interpretati da uomini.
Spesso e volentieri, una Medea o una Giulietta, potevano dunque avere un aspetto del genere:

…Che fascino, eh?! XD

Nell’antica Grecia, addirittura, non si è certi che potessero prendere parte alle rappresentazioni teatrali nemmeno come pubblico!

Ma, fin dai tempi di Aristofane e Sofocle, gli autori non potevano evitare di dare alla donna (figlia, moglie e madre) un ruolo decisivo. Se ci pensate, quasi la metà delle opere hanno titoli femminili memorabili: MEDEA, ALCESTI, FEDRA, ANTIGONE, ELETTRA, ECUBA…

Paradossalmente, sembra quasi che, all’epoca, il ruolo pubblico della donna fosse inversamente proporzionale al ruolo che rivestiva nei testi letterari.

Nell’antica Roma, invece, le donne potevano esibirsi nei mimi, spettacoli senza trama, che imitavano la vita quotidiana nei suoi aspetti più grotteschi. Ma più che attrici, ahimè, finirono per essere considerate delle meretrici, poichè non passò molto tempo che questo tipo di rappresentazione degenerò in una forma scenica decisamente osè 🙁

Alcuni autori del tempo, presero a dire e a scrivere del potere corruttore che i teatri avevano sulle donne, descrivendoli come luoghi dove le donne si affollavano per “vedere e farsi vedere” e offrirsi alle tresche amorose (Ovidio) oppure riferisicono di donne che “si incapricciavano di comici da strapazzo e ne compravano i favori sessuali e, quando i teatri chiudevano, loro cominciavano a far le <<attrici>>” (Giovenale)…

…Che tempi!

Qualche secolo dopo, per fortuna, le cose cominciarono a cambiare.

Ma questo lo scopriremo nella prossima puntata!

Intanto… qualcuno ha riconosciuto l’affascinante “attrice” della seconda foto dell’articolo?

Se sì, rispondete con un commento qui sotto! 😉

Se no, potete andare a scoprirlo qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.