Teatro, anfiteatro e arena: c’è differenza?

Teatro, anfiteatro e arena: c’è differenza?

Non so voi, ma io ho sempre trovato che le differenze tra teatro, anfiteatro e arena fossero sempre poco chiare nella testa di tante persone.

I tre termini, in effetti, indicano tre cose diverse, ma molto vicine e, per così dire, concatenate l’una l’altra.

Sono moltissimi gli esempi di queste costruzioni risalenti agli antichi imperi Greco e Romano.

Innanzi tutto, qual è la differenza tra un teatro e un anfiteatro?

La desinenza -anfi significa due, doppio, ma anche intorno. Ecco quindi che si capisce bene che l’anfiteatro e un doppio-teatro. Il teatro ha una forma di una mezzaluna, di una D, dove la linea verticale è il palcoscenico e “la pancia” è la platea. E’ la struttura di tutti i teatri moderni, come, ad esempio, L’Arena del Sole di Bologna (a dispetto del nome!), dove spesso andiamo per le nostre gite a teatro, con gli allievi del nostro corso.

L’anfiteatro, quindi, ha invece una forma ellittica, come fossero due teatri uno di fronte all’altro. Pensiamo al Colosseo, ad esempio: al centro c’è l’azione e tutto intorno siede il pubblico.

Ma tra i teatri e gli anfiteatri greci e quelli romani ci sono differenze…

Per i greci l’anfiteatro era prevalentemente un luogo dedicato ai divertimenti e gli svaghi; come per i romani, i quali, però, li usavano principalmente per i giochi dei gladiatori e i combattimenti. In entrambi i casi venivano costruiti solitamente all’aperto.

Così pure all’aperto i romani costruivano i loro teatri. Al contrario, i greci li costruivano in luoghi riparati, dove fossero presenti anse e conche naturali, sia per sfruttare la forma del luogo e avere una migliore acustica, sia per permetterne l’utilizzo anche nei giorni di pioggia. Per i greci infatti il teatro era un luogo di riflessione e contemplazione, di scambio di pensiero politico, cunturale e sociale e necessitava dunque di raccoglimento e riparo in caso di cattivo tempo. Questo ovviamente rendeva più complicata la costruzione di un teatro greco che di uno romano. Ecco perché c’è una presenza più massiccia di teatri in Italia piuttosto che in Grecia.

E l’arena? Che differenza c’è tra un’arena e un anfiteatro? Ad esempio, l’Arena di Verona è un anfiteatro? La risposta è Sì, l’Arena di Verona è un anfiteatro ed è anche un’arena! In effetti, le due parole indicano due cose diverse, ma imprescindibili l’una dall’altra. L’arena, infatti, è lo spazio centrale, circolare o ellittico, intorno al quale vengono costruite le gradinate. L’insieme dell’arena e delle gradinate costituisce l’anfiteatro.

E voi avevate già chiara la differenza tra teatro, anfiteatro e arena?

Se sì, lasciate un commento vantando ai quattro venti la vostra preparazione in materia!!  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.