Comunicato Stampa – Due Piccioni con una Fava

Disegno di una donna che sta tra due uomini, attirando l'attenzione di entrambi

Torna a Bologna per il terzo anno consecutivo la spassosissima commedia “Due piccioni con una fava”!

La compagnia “Spasso e Volentieri” promette: “non riuscirete a trattenere le vostre risate!”  

Il 24 Aprile tornerà in scena a Bologna al Teatro del Meloncello la nuova commedia “Due piccioni con una fava” scritta e diretta da Mirko De Pasquale, che sarà anche uno dei protagonisti insieme a Daniel Favento, Mirko Marras e Giulia Fabbri.

Una commedia che ha letteralmente conquistato i suoi spettatori, tanto che in molti sono tornati a vedere lo spettacolo per il secondo anno di fila e il teatro stesso, prima affittato dalla compagnia, ha voluto lo spettacolo in cartellone nella rassegna annuale “RespiriAMO il Teatro” a cura di Andasavia Saponaro.

La vera novità di quest’anno è l’entrata in scena di un attrice ormai molto nota nel nostro panorama teatrale: la Mary Poppins italiana, Giulia Fabbri!

Giulia andrà a sostituire la precedente protagonista Sara D’Angelo, portando col vento dell’est un’aria di novità anche per chi ha già visto lo spettacolo.

GIULIA FABBRI

LA COMMEDIA

La compagnia Spasso e Volentieri viene fondata da Daniel Favento, Sara D’Angelo e Mirko De Pasquale, che – già impegnati nelle attività socio-culturali della loro associazione DiverTeatro – sentono l’irrefrenabile voglia di andare in scena con qualcosa di proprio e totalmente originale: nasce così “Due piccioni con una fava”.

Come spesso accade in questi contesti la passione e la voglia di debuttare è tanta, ma i soldi sono sempre pochi, quindi il trio si concentra su tre aspetti fondamentali: il testo, la regia e la recitazione.

Lo spunto iniziale lo dà Sara: la classica situazione in cui una donna frequenta due uomini contemporaneamente.

Quindi Mirko, già sceneggiatore nella websitcom di successo “SitPuntoCom – Situazioni Complicate” (produzione di Eugenio Contenti, Silvia Contenti e lo stesso Daniel Favento), scrive una vera e propria commedia irriverente.

È poi lui stesso a dirigere il piccolo gruppo, con la sua verve spiccatamente comica ma allo stesso una sensibilità non così comune, e improvvisando e sperimentando insieme agli attori durante le prove arricchisce un testo già in partenza pieno di battute e situazioni esilaranti.

Così, nonostante una scenografia e dei costumi relativamente semplici, la commedia riesce a tenere incollati gli spettatori per un’ora e un quarto, tra risate e applausi.

Nella seconda versione dello spettacolo il testo viene ulteriormente migliorato e anche le scenografie e i costumi si arricchiscono di dettagli.

La risposta del pubblico è unanime e si fa sentire, tanto che il teatro stesso vuole lo spettacolo in cartellone per la stagione successiva.

È così giunti alla terza versione, con la novità dell’arrivo di Giulia Fabbri, la compagnia è pronta a rinnovare con ancor più sicurezza la sua scommessa e ambizione: quella di fare uscire gli spettatori con le lacrime dal ridere!

TRAMA

Donna, artista trentenne, frequenta due uomini contemporaneamente.

Per un equivoco si trova ad avere appuntamento la stessa sera con entrambi, proprio in due locali uno di fronte all’altro. Riuscirà a gestire i due appuntamenti senza destare alcun sospetto nei suoi amanti?

IL CAST

GIULIA FABBRI

Nasce a Forlì il 7/05/1987, nel 2010 si diploma presso la BSMT di Bologna e debutta come professionista nell’ensemble di “Alice nel paese delle meraviglie il musical” con regia di Christian Ginepro.

Nel 2015 ottiene il primo ruolo da protagonista in “Newsies” di Federico Bellone, con coreografie di Gillian Bruce, dove interpreta Katherine Plumber. Nel 2016 è Rusty in “Footloose” di Stage Entertainment, regia e coreografie di Martin Michele. Nel 2017 è Frenchy in “Grease” di Compagnia della Rancia, con regia di Saverio Marconi. Nel 2018 viene scelta da Sir Cameron Mackintosh per interpretare Mary Poppins nell’omonimo musical, con regia di Federico Bellone e coreografie di Gillian Bruce.

DANIEL FAVENTO

Nasce a Trieste il 27/04/1987. Nel 2010 si diploma alla BSMT di Bologna. Ha recitato in numerosi musical tra i quali: “Alice nel Paese delle Meraviglie”, “Les Miserables”, “Titanic”, “Rent”, “You’re a Good Man, Charlie Brown”, “Snoopy”, “Faccia di Fragola”, “Il bacio della donna ragno”, “Oklahoma!”, “Urinetown” e “Dirty Dancing”.

Ha co-prodotto e recitato nella Web-Sitcom “SitPuntoCom – Situazioni Complicate”. Ha lavorato come direttore artistico e/o performer in diversi Resort (Messico, Grecia, Egitto e Italia). È il creatore di DiverTeatro, il nuovo e originale corso di teatro amatoriale per adulti, e cofondatore della compagnia teatrale Spasso e Volentieri.

MIRKO MARRAS

Nasce a Sassari il 01/05/1991. Dopo aver conseguito il diploma di licenza superiore, si trasferisce a Roma per frequentare l’accademia di cinema e televisione Nuct, dove si diploma dopo un biennio di studi. 

Si trasferisce quindi in Inghilterra per approfondire gli studi di inglese e ritorna in Italia nel 2014 perché ammesso alla BSMT di Bologna, dove prende parte a musical come “Footloose”, “Titanic”, “Crazy for you” e “Assassins”. Si diploma nel Luglio del 2017, dopo un triennio. Già attivo dal 2010, lavora in diversi progetti cinematografici, che comprendono cortometraggi e videoclip musicali, e da poco nel campo pubblicitario.

MIRKO DE PASQUALE

Diplomato nel 2011 alla BSMT, ha preso parte a diversi musical professionali come “La Sirenetta”, “Il Libro della Giungla” e “Vita a Corte”. Contemporaneamente ha lavorato anche per la compagnia teatrale “FantaTeatro” nel ruolo di attore in diversi family-show e di insegnante nei laboratori per bambini e ragazzi. È stato autore in una delle prime web sitcom italiane “SitPuntoCom – Situazioni Complicate”. Le più recenti esperienze artistiche (in Scozia) lo hanno visto tra i protagonisti del musical American Idiot e come aiuto regista in “High School Musical”. È parte del team di DiverTeatro, nonché cofondatore della compagnia teatrale Spasso e Volentieri.

INFO UTILI

Venerdì 24 marzo 2020 (h 21.00)
TEATRO del MELONCELLO
Via Curiel, 22, 40135 Bologna
Biglietteria: 366 3759959
Vendita on-line: https://www.boxerticket.it/due-piccioni-con-una-fava-3
Come arrivare: Bus: 20, 38, 671
Biglietti: € 10

TéTE à TéTE con gli OBLIVION

TéTE à TéTE con gli OBLIVION

Buongiorno Guys and Dolls!! Visto che oggi il musical ha una parte importante nel nostro articolo…

Oggi riportiamo un riassunto dell’incontro che i nostri associati e corsisti hanno avuto al Teatro delle Celebrazioni con gli Oblivion, prima della visione del loro spettacolo “La Bibbia rivista e scorretta“, in coincidenza con la nostra prima gita a teatro.  Read more

PIACERE DI CONOSCERVI!

PIACERE DI CONOSCERVI!

Pochi giorni fa si è svolta la prima presentazione ufficiale di DiverTeatro!

Che emozione… 🙂 🙂 🙂

Peccato per chi non c’è stato, la compagnia era ottima e pure il rinfresco 😛

A parte gli scherzi… Vorrei testimoniare questo incontro per mettere a conoscenza anche gli assenti di quello di cui si è parlato… Read more

Com’è nato veramente DiverTeatro?

Libro di fiabe aperto sulla prima pagina, con scritto "C'era una volta..."

Molte delle più grandi realtà nascono da un’idea appassionante o rivoluzionaria… L’esempio più plateale è la Apple di Steve Jobs, ma ce ne sono tanti altri…

Ma senza andare a vedere esempi molto lontani da noi, anche le associazioni, nel loro piccolo, nascono grazie all’intesa di più persone con in comune una forte motivazione sociale o culturale.

Piacerebbe anche a me poter raccontare che DiverTeatro è nato da un lampo di genio o da una missione sociale che ho sempre sentito dentro, ma in realtà  Read more

Cosa farai di preciso se ti iscriverai al corso di DiverTeatro? Ecco il resoconto del primo anno!

Foto di gruppo del corso di teatro DiverTeatro

Se ancora penso all’inizio di questa avventura, a quando giravamo per Bologna in cerca dello spazio giusto per le nostre esigenze, a quelli che mi guardavano e davano informazioni con un sottotesto tipo “bravo, belle intenzioni, ma non ti illudere, già è tanto se riesci a far partire una classe”, dato che loro a farla partire ci provavano ogni anno, ma invano…

Read more