fbpx

Hamilton, il musical dei record  

Hamilton, il musical dei record  

La maggior parte dei teatri purtroppo sono ancora chiusi, e per il mondo del musical in particolare, la ripartenza sembra ancora lontana. 

Voglia di musical? Cè Hamilton su Dinsey plus!

Vincitore di 11 Tony Award, GRAMMY Award, gli Olivier Award e il Premio Pulitzer. Tra gli spettacoli più visti e amati degli ultimi anni, Hamilton è il musical creato dall’attore e drammaturgo americano di origini portoricane Lin-Manuel Miranda.

Portare in scena la storia dei padri fondatori degli Stati Uniti musicata in chiave hip hop e interpretata quasi esclusivamente da performer appartenenti a minoranze etniche poteva anche sembrare una sfida. Eppure Hamilton ha conquistato dapprima Broadway, poi il West End londinese fino ad approdare sul grande schermo.

Protagonista della pièce e colui che da il nome al musical (interpretato dallo stesso Miranda), Alexander Hamilton. Nasce nei Caraibi, cresce orfano e in povertà e si trasferisce a New York per studiare. Lì prende parte alla guerra per l’indipendenza americana, diventando tenente colonnello di George Washington. Dopo la guerra fa carriera in politica diventando il primo segretario al tesoro, padre del sistema finanziario statunitense e autore di quasi metà dei Federalist Paper. Durante la carriera si fa parecchi nemici, scontrandosi più volte con Thomas Jefferson e James Madison.

Di vedute abolizioniste, provò ad organizzare truppe di soldati neri a cui prometteva la libertà. L’odio nei confronti della schiavitù, che secondo Hamilton era in contrasto coi principi della costituzione, sembra legittimare e caricare di significato la scelta di attori neri e di origini latinoamericane nei panni di personaggi storici caucasici.

Il film, disponibile su Disney Plus, è stato realizzato durante una ripresa dal vivo del musical. Una storia stimolante e accattivante sulla leadership, la tenacia e la speranza, un pezzo di storia americana poco conosciuta e un’ottima occasione per riflettere su problematiche anche contemporanee alla luce delle immense sfide che il nostro mondo sta affrontando tuttora.

Intervista a… Stefano Bonsi, produttore e regista della compagnia amatoriale Tweet Charity

Intervista a… Stefano Bonsi, produttore e regista della compagnia amatoriale Tweet Charity

Stefano Bonsi è il fondatore della compagnia di musical “Tweet Charity“, una compagnia amatoriale davvero speciale che noi sosteniamo da sempre.

Qualche giorno fa ho deciso di intervistarlo per portare la testimonianza di qualcuno che, pur non facendolo di mestiere, il teatro ormai ce l’ha nel DNA.

Sono persone come lui e compagnie come la sua a rendere veramente speciale il mondo del teatro e per questo lo ringraziamo e invitiamo tutti voi a sostenere la loro realtà! ?

L’intervista trasuda passione da ogni singola parola, io stesso l’ho letta tutta d’un fiato, quindi vi auguro buona lettura! ☺️

Read more

STILI DI TEATRO – IL MUSICAL

STILI DI TEATRO – IL MUSICAL

Fino all’inizio del settembre 1866, in America, a teatro si poteva andare ad ascoltare un concerto di musica sinfonica o vedere un’Opera o una pièce di teatro di prosa. O ancora, si poteva assistere ad un delicato balletto. Ma si poteva anche ridere a crepapelle con una commedia dell’arte o essere stupiti da illusionisti che decapitavano le proprie assistenti. Ma fino al 12 settembre di quell’anno, nessuno immaginava di potere assistere ad uno spettacolo bizzarro come quello che avrebbe avuto luogo quella sera…

Read more

TéTE à TéTE con gli OBLIVION

TéTE à TéTE con gli OBLIVION

Buongiorno Guys and Dolls!! Visto che oggi il musical ha una parte importante nel nostro articolo…

Oggi riportiamo un riassunto dell’incontro che i nostri associati e corsisti hanno avuto al Teatro delle Celebrazioni con gli Oblivion, prima della visione del loro spettacolo “La Bibbia rivista e scorretta“, in coincidenza con la nostra prima gita a teatro.  Read more